L’immagine del presepe a grandezza naturale ha illuminato il Natale della comunità parrocchiale di Alverca (Portogallo): una testimonianza del parroco Paolo Di Gennaro.

Se c’è una immagine del Natale che mi è rimasta impressa è quando ero bambino e andavo in montagna: l’anziano parroco del piccolo paese non realizzava un semplice presepe davanti all’altare, ma costruiva una grande capanna, dentro la quale poi era celebrata la messa.
Questa immagine è rimasta impressa nella mia mente. Pensando ai bambini del nostro catechismo, e dovendo spesso parlare loro, mi sono chiesto come potevo aiutarli a stare davanti al mistero del Natale. Nulla ci aiuta di più che una immagine che possiamo vedere e contemplare, e che si fissa nella nostra memoria.
Quest’anno, con l’aiuto di alcuni amici, ci siamo dati da fare in tempo e abbiamo costruito un presepio, simile a quello che vedevo da piccolo: abbiamo cercato delle immagini belle, abbiamo fatto il progetto della capanna, dell’illuminazione, della stella, insomma di tutti i particolari. Una giornata intera di lavoro per allestire il presepe: una capanna, attorno all’altare della chiesa dei Pastorelli, dentro la quale avremmo poi celebrato la Messa.
Era ormai sera quando abbiamo aperto le porte della chiesa, che era al buio. Solo il presepe era illuminato. È stato impressionante vedere come le persone entravano: in silenzio, quasi in punta di piedi per non fare rumore…
I bambini rimanevano a bocca aperta.
La notte di Natale ha presieduto la messa il nostro vescovo ausiliare, Mons. Nuno Bràs. Il vescovo ci ha ricordato che l’idea della messa dentro il presepe è di san Francesco, che nel 1224 a Greccio, di fatto, “inventò” il Presepio. Abbiamo celebrato la messa dentro la capanna, nel mezzo del Presepe, sull’altare dove Gesù si rende presente per noi, e ci chiama ad andargli incontro, come ha chiamato i Magi e pastori.
Durante i giorni di Avvento e del Natale, per Alverca si è sparsa la voce che c’era una novità! Moltissime persone sono entrate in chiesa per vedere il presepio: alcune solo per vedere e fare un foto, altre si fermavano a pregare, alcune ci hanno cercati per ringraziare per il bel regalo…
Anche io, molte volte, mi sono fermato lì, semplicemente a contemplare.

 

Nella foto: un momento della messa celebrata da Mons. Nuno Bràs alla parrocchia dei Pastorelli. Qui altre foto del “Natale in missione”

Leggi anche

Tutti gli articoli